Regolamento
Eventi
Iscrizione
Lo sapevate che…? Notizie e curiosità sulla maratona.

... Il record mondiale maschile è detenuto da Haile Gebrslassie, che con 2.23'59'' vinse la maratona di Berlino il 28 settembre 2008

... Il record mondiale maschile dell'atleta più "lento" appartiene a Shizo Kanakuri, il giapponese che impiegò ben 54 anni, 8 mesi, 6 giorni, 5 ore, 32 minuti e 23 secondi per percorrere l'intera distanza! Durante la maratona del 1912, in Svezia, l'atleta, affaticato dal caldo e non avendo a disposizione acqua e sali (ancora non previsti) nel percorso, accettò di andare a rifocillarsi nella vicina casa di uno spettatore, ma, giuntovi, si addormentò...quando si svegliò, resosi conto dell'accaduto, non ebbe il coraggio di riprendere la corsa e non si fece trovare dagli organizzatori, che lo dichiararono disperso e non lo elencarono tra gli arrivati...Ma il suo nome tornò alla ribalta nel 1962, quando, scovato in patria da un giornalista svedese, ebbe la possibilità di riprendere la maratona dal punto in cui l'aveva interrotta ed arrivare finalmente al traguardo!

... Il record mondiale femminile è di Paula Radcliffe, vincitrice della maratona di Londra con 2.15'25'' il 13 aprile 2003

... In Italia il primato maschile spetta a Stefano Baldini (Londra, 23 aprile 2006, 2.07'22''), quello femminile a Maura Viceconte (Vienna, 21 maggio 2000, 2.23'47'') 

Maratona ieri, maratona oggi...

La maratona femminile fu introdotta alle Olimpiadi dal 1984, ben 88 anni dopo quella maschile

Inizialmente gli atleti correvano l'intera distanza senza possibilità di ricevere acqua o integratori durante l'intero percorso. Ciò, talvolta, mise a repentaglio la vita degli atleti: nel 1908, ad esempio, l'italiano Dorando Pietri collassò, causa lo sforzo fatto, poco prima dell'arrivo, che riuscì comunque a raggiungere per primo grazie al sostegno di un giudice. Ma questo gli costò la squalifica!

Ben peggiore fu, invece, il destino del maratoneta portoghese Francisco Lazaro, che morì disidratato nella maratona del 1912! 

A cura della Dott.ssa Cecilia Giacinti