Regolamento
Eventi
Iscrizione
IL PROGETTO TECNOLOGICO PER LA DEAMBULAZIONE DEI NON VEDENTI SENZA ACCOMPAGNATORE

Dalla collaborazione tra l'Università Politecnica delle Marche, lo spin-off tecnologico Applicazioni Misuristiche Avanzate (AMA srl), l'Università Politecnica di Valencia (Spagna) e Confindustria Fermo, nasce l'idea di sviluppare supporti tecnologici avanzati per rendere più facile la mobilità dei non vedenti.


In questo settore i gruppi di ricerca universitari coinvolti hanno, ormai da parecchi anni, sviluppato tecnologie e prototipi che possono essere di sicuro interesse nel settore della mobilità di soggetti ipovedenti. La loro collaborazione, in questo campo, è iniziata in passato all'interno del progetto europeo CASBLiP ed ha permesso di porre le basi per lo sviluppo delle tecnologie che oggi sono studiate.


Tra le diverse porposte in fase di valutazione, sono di particolare rilievo i tre progetti sui quali, al momento, si è focalizzata l'attenzione dei ricercatori:
Sistema di localizzazione di ostacoli basato su la trasmissione di impulsi elettromagnetici.
Sistema di "accompagnamento" e segnalazione del corridore ipovedente lungo il percorso di gara basato su tecnologie RFID.
Sistema di "accompagnamento" del corridore ipovedente lungo il percorso di gara basato su sistemi di visione (eye2021).


Tali soluzioni tecnologiche, anche se ancora in fase sviluppo prototipale, sono già state valutate di notevole interesse da parte del comitato promotore della maratona del piceno per il loro possibile impiego da parte di atleti con ridotte capacità visive ed in particolare da parte dell'ing. Gaetano Ascenzi (vice presidente di Confindustria Fermo).


Recentemente una specifica sessione di prova, svolta presso i laboratori della Facoltà di Ingegneria e all'aperto a Porto San Giorgio, sono anche state testate da Andrea Cionna, l'atleta non vedente di Osimo che ha partecipato con ottimi risultati alle Paraolimpiadi di Atene e Pechino che ha confermato la validità delle proposte tecnologiche proposte. In particolare, i commenti da parte di Andrea Cionna sono positivi: "Sono rimasto favorevolmente impressionato da queste novità - ha affermato al termine del test - bisognerà lavorare ancora tanto, ma credo che queste tecnologie possano essere una bella novità per noi non vedenti".